1

Gen

2000

Oracle Amministrazione Base

Obiettivi

Il corso ha come obiettivo di fornire le competenze per l’installazione del software di gestione di un database Oracle, la creazione e gestione di un database Oracle, la comprensione delle componenti dell’architettura di un database Oracle e la loro interazione, il monitoraggio e la gestione delle strutture del database in modo efficace ed efficiente.

Programma

Oracle Amministrazione Base

  • architettura di un database oracle: oracle database su file system e su asm, architettura dei processi di background, struttura della memoria, struttura logica e fisica di un database

oracle

  • installazione del software oracle: universal oracle installer (oui), compiti di un data base administrator, tools usati per amministrare un database oracle, requisiti di sistema per l’installazione, installazione della infrastruttura grid
  • creazione di un database oracle: uso del tool dbca per creare, modificare, distruggere un database, gestione delle password
  • gestione dell’istanza sul database: startup e shutdown dell’istanza sul database, uso di oracle enterprise manager (oem), passi di startup, opzioni di shutdown, visione dell’alert log, visione delle viste del dizionario del database
  • gestione dell’istanza asm: parametri di inizializzazione dell’istanza asm, amministrazione degli asm disk groups. configurazione dell’ambiente sql*net: uso di network manager (netmgr) per creare e configurare i file parametri per la connessione in modalità client/server con il database, uso di tnsping per monitorare il listener, uso di shared o dedicated server
  • gestione delle strutture di storage dei segmenti del database: strutture di storage, memorizzazione dei dati, anatomia di un blocco di database, space management per le tablespaces, opzione oracle managed files (omf)
  • ammnistrazione della sicurezza: gli account utente, i ruoli, i profili, account ruoli e profili predefiniti
  • data concurrency: data concurrency, meccanismo di enqueuing, risoluzione dei conflitti, il deadlocks
  • gestione degli undo: transazioni e undo, algoritmo undo/redo, configurazione dell’ undo retention
  • implementazione dell’auditing: le responsabilità di un dba sulla sicurezza, opzioni di auditing, analisi delle informazioni di audit
  • database maintenance: gestione delle statistiche per l’ optimizer, gestione e analisi dei report dell’automatic workload repository (awr), uso dell’automatic database diagnostic monitor (addm)
  • gestione delle prestazioni: monitoraggio delle prestazioni, opzione automatic memory management (amm), viste del dizionario su troubleshooting e tuning
  • concetti di backup e recovery: statement failure, instance recovery, block corruption, media failure, uso dell’ mttr advisor, modalità archiving del database
  • esecuzione dei backup del database: backup logico e fisico, backup a freddo e a caldo, recovery manager (rman), backup del control file a un trace file, monitoraggio della flash recovery area
  • esecuzione del recovery di un database: perdita di un control file, perdita di un redo log file, perdita di un data file
  • caricamento di dati: import di dati (data pump), uso di sql*loader, uso di external tables to move data

Prerequisiti

Conoscenza del modello relazionale dei dati e del linguaggio SQL.

 

Per maggiori informazioni compila il modulo qui sotto.
Verrai contattato dai nostri uffici per le informazioni sul corso.

Richiesta informazioni

A marzo segui i corsi in ambito metrologico

Lavori nel mondo della metrologia? EMiT Feltrinelli organizza presso la propria sede di Milano i corsi di formazione: Metrologia di base e Gestione del laboratorio (Risk Management). Clicca e scopri tutti i dettagli.Leggi >

Accesso sicuro ai servizi e alla rete per comunicare con i propri cari

EMIT Feltrinelli apre le sue porte ai cittadini di ogni età che vogliano comunicare in sicurezza tramite gli strumenti digitali. I partecipanti lavoreranno sin da subito sui propri device oppure su quelli messi a disposizione da EMiT Feltrinelli per sperimentare in maniera contestuale un’esperienza formativa per competenze che li prepari ad agire in autonomia nei […]Leggi >

Smart-videomaking – Il video come linguaggio nell’era digitale

NATIVA Il workshop, organizzato da Nativa, si articola su una lezione auto-conclusa di 4 ore che spiega e illustra come si possono generare, editare e pubblicare dei contenuti video utilizzando il proprio smartphone. Il workshop si articola in due momenti: Smartphone e riprese video In questo momento del workshop verranno affrontate le tecniche di inquadratura […]Leggi >